• SoloBariNews.it
  • Gallery SoloBariNews.it
  • Giornale SoloBariNews.it

 Domenica 21 Ottobre 2018 - 13:07

Registrati! RSS  

 BEFFA BARI A BRESCIA    Nel recupero Sodinha condanna il Bari alla sconfitta                   BUON NATALE    La redazione augura a tutti i lettori un felice Natale  
Cagliari-Bari: che rimonta!
13 Febbraio 2010 - © Riproduzione Riservata  - Giuseppe Balenzano 
Condividi con MSN Messenger Condividi su MySpace

Mentre il mondo ha lo sguardo rivolto verso gli Stati Uniti (e Seattle in particolare) dove è imminente l’inizio della Conferenza dell’Organizzazione Mondiale del Commercio ed in Italia sono ancora forti le polemiche per il processo che ha rinviato a giudizio l’avvocato Previti per corruzione, il campionato di calcio di serie A il 28 novembre 1999 giunge alla sua 11^ giornata. Il campo principale è l’Olimpico dove la Lazio di Eriksson riceve la Juventus di Ancelotti; la Roma di Capello è, invece, attesa ad Udine mentre a Bologna arriva la Fiorentina per il derby dell’Appennino. Al Sant’Elia di Cagliari gli uomini di Ulivieri incontrano il Bari di Fascetti.

I rossoblu sono in difficoltà considerato che sono a secco di vittorie da quasi 7 mesi: era, infatti, il 9 maggio e si imposero sulla Salernitana per 3-1. L’ultimo posto in classifica non lascia per nulla tranquilli gli isolani che, contro il Bari, sono costretti a dominare anche il nervosismo, sempre presente in queste situazioni. Ulivieri schiera Scarpi, Lopez, Villa, Grassadonia, Berretta, O’Neill, De Patre, Macellari, Mayele, Mboma, Oliveira. In panchina si siedono Franzone, Diliso, Modesto, Cavezzi, Sulcis, Corradi, Suazo.

Il Bari, dal canto suo, è reduce dalla vittoria contestatissima di Perugia e dal pareggio interno contro la Reggina. La formazione è rimaneggiata viste le assenze di Masinga (sostituito da Spinesi), De Rosa ed Innocenti con Fascetti che apporta delle modifiche spostando Perrotta al centro e Marcolini sulla fascia. In campo scendono Mancini, Neqrouz, Garzya, Ferrari, Del Grosso, Collauto, Perrotta, D. Andersson, Marcolini, Spinesi, Osmanovski. In panchina ci sono Gregori, Sibilano, Madsen, Bellavista, Campi, Olivares, Giorgetti.

In una giornata nuvolosa ma ventilata arbitra il sig. Cesari di Genova davanti a circa 15.000 spettatori. Nello spazio loro riservato sono presenti un gruppo di ultras baresi.

alt

altDopo le schermaglie iniziali il Cagliari nel breve spazio di 6 minuti trafigge i biancorossi con 2 gol. E’ il 17°: azione personale di Macellari che, conquistata la palla a centrocampo con un deciso tackle, si avvicina a gran velocità all’area del Bari vanamente inseguito da Perrotta e, giunto nei pressi della lunetta, sferra un gran tiro di destro (lui che è un mancino) e batte imparabilmente il portiere del Bari con la sfera che si insacca nell’angolo alto alla sua sinistra. Cagliari-Bari 1-0.

altNeanche il tempo di riprendersi ed il Bari subisce il secondo gol. 23° minuto: affondo di Mayele che lavora la palla sul fondo, si accentra e tira. Ribatte Del Grosso ma il pallone prende una strana traiettoria e diventa un assist per Berretta: al centrocampista cagliaritano non rimane che appoggiare di piatto la palla in rete per la disperazione di Mancini. Cagliari-Bari 2-0.

altLa partita sembra avviarsi verso la goleada degli isolani. Ma non è così. Palla al centro ed immediata reazione barese. E’ il 24°: Collauto arriva sul fondo e, nonostante la marcatura di Macellari, riesce a crossare. Sponda di testa di Spinesi per Osmanovski che dal centro dell’area, al volo di sinistro, batte Scarpi. Cagliari-Bari 2-1.

Dopo una punizione di O’Neill fuori di poco il Bari pareggia. 43°: punizione per il Bari con Del Grosso che serve Collauto. L’ala barese avanza e crossa. Sulla palla si avventa Osmanovski, avvitamento, colpo di testa e, con la complicità di una deviazione decisiva di Villa, Scarpi è nuovamente battuto. Cagliari-Bari 2-2. E la paura di perdere ripiomba sui cagliaritani.

Nella ripresa tutti sugli spalti si aspettano una reazione di orgoglio dei padroni di casa ma è ancora Bari. Infatti da un cross basso di Del Grosso la palla arriva in area dopo che Villa manca l’aggancio. Spinesi prima controlla con la spalla e poi, in mezza rovesciata, batte a rete ma trova pronto Scarpi alla respinta. L’azione prosegue con Macellari che si invola sulla fascia e crossa in area. Mboma fa da sponda per Oliveira che si gira, salta Del Grosso e, solo davanti a Mancini, si vede ribattere il tiro dal portiere barese. Al 18° un gran tiro di O’Neill su punizione viene parato a terra con una certa difficoltà da Mancini. Al 23° grande occasione per Mboma su assist di Mayele: il suo colpo di testa dal centro dell’area finisce di poco alto sulla traversa. E al 41° arriva il colpo del KO del Bari sul Cagliari.

altFallo di Suazo su Osmanovski vicino al vertice dell’area. Sulla palla si avvia Andersson che batte lungo: la palla attraversa tutta l’area e finisce dalla parte opposta dove, complice la difesa rossoblu completamente immobile, è appostato Olivares che appoggia con la punta del piede il pallone in rete. Cagliari-Bari 2-3.

Il fischio finale dell’arbitro Cesari è preceduto da un brutto gesto di O’Neill che rifila una gomitata ad Osmanovski e si becca il cartellino rosso.

42 anni ci sono voluti al Bari per tornare a battere il Cagliari in trasferta, la prima volta in serie A. E lo fa nella maniera più rocambolesca possibile recuperando il doppio svantaggio, cosa che nella sua lunga storia non gli era mai riuscita.

Alle ovvie feste in casa barese (feste anche per Mancini e la sua duecentesima partita in serie A e per l’esordio di Bellavista) si registrano musi lunghi tra i cagliaritani con cori di scherno che provengono dagli spalti. Polemico lo striscione apparso sugli spalti “Giocatori, allenatore, società: ultimi senza dignità”.

Ed ora, mentre arrivano i risultati dagli altri campi (pareggio senza reti all’Olimpico tra Lazio e Juventus e vittoria della Roma ad Udine per 0-2), è già tempo di cominciare a prepararsi per la prossima sfida. Il Bari aspetta al San Nicola il Piacenza, oggi vittorioso contro il Verona grazie ad un gol su rigore di Di Napoli, mentre il Cagliari sarà di scena proprio contro in veronesi al Bentegodi. Se i cagliaritani dovessero fallire anche il prossimo incontro si potrebbero cominciare ad aprire le porte della retrocessione. Più tranquilli i baresi.

Cosa potrà succedere la prossima settimana sarà, come sempre, un’altra storia.

Android Leggi le news di SBN (e tanto altro) con il tuo smartphone Android: scarica l'app solobari cliccando sul logo! Android
   Homepage | Ultime News | Calendario | Statistiche   

Non ci sono ancora commenti per questo articolo!

Devi effettuare il login se vuoi lasciare un commento!

Effettua il login per votare!

    

Voti:

0

Media Voto:

0

Stadio San Nicola    (14/10/2018)

Risultato 1 - Risultato 2
Link Tabellino

Prossimo impegno: 21/10/2018 - 14:30

Precedenti

SquadraPt.V.N.P.RfRs
Logo piccolo

Bari

13

4

1

0

13

1

Logo piccolo

Locri

10

3

1

1

11

5

Logo piccolo

Acireale (-1)

9

3

1

1

11

5

Logo piccolo

Sancataldese

9

3

0

2

9

11

Logo piccolo

Gela

8

2

2

1

9

7

Logo piccolo

Nocerina

8

2

2

1

5

3

Logo piccolo

Marsala

7

2

1

2

8

5

Logo piccolo

Palmese

7

1

4

0

2

1

Logo piccolo

Portici

7

2

1

2

8

10

Logo piccolo

Troina

7

2

1

2

5

8

Logo piccolo

Castrovillari

6

1

3

1

4

5

Logo piccolo

Turris (-2)

5

2

1

2

5

6

Logo piccolo

Cittanovese

5

1

2

2

5

8

Logo piccolo

Roccella

4

1

1

2

5

6

Logo piccolo

Igea Virtus

4

1

1

3

5

7

Logo piccolo

Messina

4

1

1

3

5

13

Logo piccolo

Rotonda

3

1

0

4

3

8

Logo piccolo

Citta' di Messina

1

0

1

3

4

8

 MARSALA-BARI
 Manca 1 ora e 22 minuti

Diretta Livescore

Servizio fornito da: LIVESCORE.in

Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Bari, autorizzazione n°24/2009 in data 24/06/2009
Solobari.it s.n.c. P. IVA: 06200600721